La somministrazione di un’anestesia locale efficace e adeguata nei tempi è una premessa fondamentale al successo dei principali trattamenti odontoiatrici. Oggi le sostanze utilizzate sono generalmente sicure e le manovre sono ben codificate e in continuo aggiornamento, al fine di assicurare al paziente l’esperienza clinica più confortevole. Ciò detto, è importante chiarire al paziente che l’anestesia, oltre che un passaggio fondamentale per la terapia, è essa stessa a tutti gli effetti una terapia, di tipo farmacologico. Un aspetto potenzialmente fuorviante per il clinico, in questo senso, è la modalità con la quale queste molecole sono disponibili all’uso, ovvero nella forma di soluzione acquosa a dosaggio predeterminato contenuta nella tubofiala, che viene facilmente portata essa stessa a unità di misura, come sottolineato anche da Khalil nel suo studio del 2014.